Prima Squadra Femminile : Mister Ferrarese

Mentre la Prima Squadra Femminile é in attesa proprio in questi giorni del possibile ripescaggio in Serie C, si lavora per preparare una rosa competitiva.

E sarà l'esperienza di Maurizio Ferrarese ad essere messa al servizio del gruppo che si sta formando .

Ferrarese vanta un passato da calciatore con una presenza in Serie A con il Torino, e vari campionati disputati in Serie B e C1, per un totale di dieci stagioni tra i professionisti.

Più di recente, esperienze da mister negli Allievi Nazionali, nella Beretti dell'Alessandria, società in cui ha ricoperto anche ruoli dirigenziali fino a sedersi in panchina della Prima Squadra dove é stato allenatore in seconda.

Per lui anche un'avventura all'estero, quando é stato il secondo di Sonzogni nel Botev Vratsa, squadra di Serie A bulgara.

Oggi per Maurizio inizia il cammino sulla panchina del Canelli SDS femminile.

Quanto vedi in crescita il calcio femminile negli ultimi anni, come dimostra anche il grande seguito che la Nazionale Femminile ha avuto nei recenti Mondiali?

"Ritengo che il calcio femminile stia crescendo in maniera importante grazie sicuramente agli ottimi risultati ottenuti dalla Nazionale Italiana ai recenti Mondiali e alla spinta che la Federazione ha dato nel mettere dei paletti alle società professionistiche: per ottenere le licenze nazionali al fini delle iscrizioni ai campionati occorre avere un certo numero di calciatrici all'interno del loro settore giovanile.

Questo ovviamente a mio parere é stato determinante ai fini della crescita: ritengo giusto che finalmente anche per le calciatrici ci sia il professionismo."

 

Data la tua esperienza, quali differenze vedi tra il calcio maschile e quello femminile?

"Il calcio lo ritengo uno sport e come tale va interpretato: non ne faccio una questione di colore, genere o religione.

Ritengo che l'obbiettivo per l'allenatore dia quello di ottenere il massimo dal gruppo che allena, indipendentemente dalle differenze di cui parlavamo."

 

 

Questa è la tua seconda esperienza con il calcio femminile, dopo quella con l' ACF Alessandria con cui hai conquistato un terzo posto in seria A2: come vivi questa nuova avventura che stai per iniziare?

"Ho allenato nel femminile circa 15 anni fa l'ACF Alessandria in A2 ed è stata una bella esperienza e come hai detto tu abbiamo fatto un bel campionato, peccato aver sfiorato la promozione per pochi punti. Questa chiamata inaspettata mi incuriosisce e mi stimola come i progetti e i programmi del Presidente, che sempre più si sta appassionando al calcio femminile, spinto anche dai grandi risultati ottenuti dalle ragazze in questi anni."

 

Nel caso in cui ci fosse il salto di categoria, sarà necessario un aggiustamento della rosa per essere pronti ad un campionato di più alto livello?

"Nel caso di un ripescaggio in serie C, che a mio parere le ragazze strameriterebbero, visto il secondo posto ottenuto lo scorso campionato (con un solo punto in meno della Biellese prima classificata) e la vittoria dei playoff, si affronterà un campionato sicuramente più impegnativo.

Diverse squadra già da anni presenti nella categoria di stanno attrezzando per ottenere la promozione in serie B: e noi non potremo essere da meno."

 

Dalla prossima stagione ci sarà per la nostra società la possibilità della novità assoluta della squadra della juniores femminile. Ci vuoi parlare di questo aspetto?

"Stiamo cercando di creare una squadra juniores che riteniamo  fondamentale anche e soprattutto in ottica prima squadra, stiamo raccogliendo adesioni e provando delle ragazze.

Chiunque avesse voglia di fare parte della prossima Juniores femminile del Canelli SDS può contattare Veronica Cantoro ( telefono 3494544264) che sarà l'allenatrice della squadra juniores, oltre che una giocatrice della Prima Squadra. Veronica da giocatrice ha maturato esperienza in seria A, in Nazionale e in un club in Prima divisione all'estero.

La riteniamo una figura capace di poter trasmettere esperienze e valori a tutte coloro che vogliano unirsi al nuovo gruppo che sta nascendo."

 

Quali saranno gli obiettivi stagionali della formazione della prima squadra?

"Oggi si fa fatica a parlare di obiettivi visto che non abbiamo ancora la conferma del campionato di appartenenza, ma conosciamo bene il Presidente e sappiamo che non é una persona che si accontenta facilmente.

Di solito la sua asticella parte dall'alto, ma siamo altresì consapevoli delle difficoltà che ci sarebbero in caso di ripescaggio in serie C.

Le ragazze conoscono bene il Presidente e sono sicuro che faranno il possibile e anche l'impossibile per cercare di fare in modo di fare crescere sempre di più la sua passione verso il calcio femminile."

 

Quali sono le date di inizio e il programma di avvicinamento?

"La preparazione inizierà sabato 24 agosto e l'inizio del campionato é previsto per il 13 ottobre.

In caso di ripescaggio in Serie C, il primo impegno ufficiale sara' l'8 settembre con la prima partita di Coppa Italia."